C'è un tempo per ogni cosa sotto il cielo

Page 2 of 12

Insegnare per ricordare

L’ego è duplice, ha due facce che sono l’una l’estremo dell’altra. Ecco perchè in medio stat virtus.

Ogni cosa che fai ‘conta’

Il nostro ‘ESSERE’ è la somma di tutti i nostri atti, non c’è separazione tra ‘pratica’ e ‘vita’.

Pratica quotidiana di Yoga

Il mio saluto al sole un pò modificato per una pratica anche quotidiana che non fa sconti

La responsabilità di chi ‘fa musica’

La capacità del suono di attirare energie sottili ed elevate è noto a tutte le culture spirituali.

Il suono estatico

Il suono usato con finalità meditative produce effettivamente stati meditativi. Di sicuro in chi lo produce, forse in chi lo ascolta.

Il permissivismo

L’ego permissivo è subdolo e infido. Si infila insinuando che ‘se lo fai solo adesso non fa niente’. Invece fa, tutto fa, in ogni istante.

Antaratman Yoga: quando si dice Mantra

L’uso del suono e della voce per indurre uno stato meditativo è stato descritto già da Patanjali

Cover Emma Shepplin: Spente le Stelle

I cambiamenti della voce sono i cambiamenti dell’anima

L’inprinting genitoriale

La visione del mondo dei genitori finisce per diventare la nostra. Ma non lo è, e quando ce ne accorgiamo….

« Older posts Newer posts »

© 2018 C'è un tempo per ogni cosa sotto il cielo — Powered by WordPress

Theme by Anders NorenUp ↑